Margheritine

Margheritine

(Sedmikrásky, Cecoslovacchia/1966) di Věra Chytilová


Soggetto: Věra Chytilová, Pavel Juráček. Sceneggiatura: Věra Chytilová, Ester Krumbachová. Fotografia: Jaroslav Kučera. Montaggio: Miroslav Hájek. Scenografia: Karel Lier. Musica: Jiří Šust, Jiří Šlitr. Interpreti: Jitka Cerhová (Marie I), Ivana Karbanová (Marie II), Julius Albert (l’uomo di mondo più anziano), Jan Klusák (l’uomo di mondo giovane), Marie Češková, Jiřina Myšková, Marcela Březinová, Oldřich Hora, Václav Chochola, Josef Koníček. Produzione: Filmové studio Barrandov. Durata: 75’

Due ragazze, una mora e una bionda, con lo stesso nome, Maria, e la stessa carica devastatrice. Insolenti e spregiudicate, combattono il tedio dedicandosi con spirito anarchico e nichilista alla ricerca del divertimento e del piacere. D’altra parte, se tutto nel mondo va storto, perché rigare dritto? “Una metafora della forza distruttrice della natura umana applicata alla civiltà moderna in generale e al sistema comunista in particolare” (Briana Cechová). Esponente della nuova onda cecoslovacca, Věra Chytilová firma una satira sociale irriverente e grottesca, radicale anche nella forma, libera e visivamente straripante. Un inno alla ribellione.

Galleria fotografica