Effetto notte

Effetto notte

(La Nuit américaine, Francia-Italia/1973) di François Truffaut

Sceneggiatura: Suzanne Schiffman, Jean-Louis Richard, François Truffaut. Fotografia: Pierre-William Glenn. Montaggio: Yann Dedet. Scenografia: Damien Lanfranchi. Musica: Georges Delerue. Interpreti: Jacqueline Bisset (Julie Baker/Paméla), Valentina Cortese (Séverine), Alexandra Stewart (Stacey), Jean-Pierre Aumont (Alexandre), Jean-Pierre Léaud (Alphonse), François Truffaut (Ferrand), Jean Champion (Bertrand), Nathalie Baye (Joëlle). Produzione: Marcel Berbert per Les Films du Carrosse, PECF, PIC. Durata: 115’

Restaurato da The Criterion Collection in collaborazione con Warner Bros. presso i laboratori Criterion con la supervisione del direttore della fotografia Pierre-William Glenn, a partire da un negativo camera originale 35mm e un interpositivo 35mm.

 

A Nizza un regista gira la storia di una sposina che fugge col suocero, e il set vive la mobilitazione incrociata di crisi e sentimenti tra personaggi della finzione e della realtà. Celebratissimo (premio Oscar per il miglior film straniero), e il più sincero e interessante, tra i film sull’amour du cinéma: Truffaut rende omaggio a Welles, a Renoir, a Hitchcock, ma soprattutto dà splendida messinscena “alla domanda che mi tormenta da trent’anni: il cinema è più importante della vita? [...] Non ci sono intoppi nei film, non ci sono rallentamenti, i film vanno avanti come treni nella notte”. Effetto notte è il ‘film su un film’ per eccellenza, un vertiginoso gioco di specchi fra realtà e finzione. “Sei un bugiardo” scrive Godard al regista dei 400 colpi dopo averlo visto. Ma cosa sono per Truffaut i film se non il più meraviglioso degli inganni.

Truffaut sul film

Un treno nella notte

La sceneggiatura Durante il montaggio di Le due inglesi nello studio della Victorine, François Truffaut è incuriosito dalle vestigia di un grande apparato scenico, costruito all'aria aperta alcuni anni prima per una produzione americana. Già abbastanza ...
Truffaut sul film

I film nel film

Omaggi Ho dedicato Effetto notte alle sorelle Lillian e Dorothy Gish, le due prime vere attrici del cinema, ma ho soprattutto pensato alla canzone Moi, j'aime le music-hall nella quale Charles Trenet elenca con garbo e ironia tutti i cantanti in voga. Ho ...
Truffaut sul film

Gli attori: più importanti dei personaggi

Quando si fa un film, si lotta per farlo, lo si fa con sofferenza o con gioia. E poi, rivedendolo qualche anno dopo, si dimenticano gli errori di regia che ci hanno fatto soffrire durante il montaggio o il missaggio; si dimenticano gli errori di ...
Truffaut sul film

Truffaut vs Godard

Jean-Luc Godard a François Truffaut [maggio 1973] Ho visto ieri Effetto notte. Probabilmente nessuno ti dirà che sei un bugiardo, così lo faccio io. Non è affatto un insulto fascista, è una critica, ed è senza un punto di vista critico che ci lasciano...
Truffaut sul film

Antologia critica

Visto che si tratta del soggetto di Effetto notte, parliamo di cinema. Quello di François Truffaut, in modo quanto mai evidente, essenzialmente alla ricerca di una giusta tonalità e di uno stile sempre più raffinato. Come tutti i cineasti che si pongono ...
GALLERIA FOTOGRAFICA